Blog

Human Resources: La colonna portante dell'Azienda.

di Davide Carta
Assistant Copywriter

Human Resources: La colonna portante dell'azienda.

L’importanza della gestione delle risorse umane
In una società in continua evoluzione, in cui i cambiamenti sono all’ordine del giorno, le aziende devono affrontare continue sfide per essere sempre più competitive nel mercato.

E’ in questo scenario che assume sempre più rilevanza la gestione delle risorse umane. Lo sviluppo e il successo di un’azienda non dipendono solamente dalle risorse finanziarie ed economiche della stessa, dalla qualità dei suoi prodotti e dei servizi offerti, ma anche e soprattutto dal suo capitale umano. All’interno di un’organizzazione aziendale infatti, sono le persone a determinare l’andamento dell’impresa per mezzo delle loro competenze, abilità e relazioni.

Oggi più che mai, i vertici aziendali dovrebbero iniziare a vedere i propri dipendenti non più come dei meri esecutori di compiti predefiniti, come semplici ingranaggi all’interno di una più ampia struttura gerarchica statica, ma piuttosto come ciò che realmente sono: persone.

Ne deriva, la necessità di una gestione strategica del personale, che permette raggiungere un duplice obiettivo:

  • L’ottimizzazione del capitale umano - che garantisce un maggior grado di soddisfazione dei dipendenti e una conseguente maggiore produttività;
  • La maggiore crescita dell’azienda nel lungo periodo.

Le abilità di un HR manager
A questo proposito è fondamentale, nella gestione strategica delle risorse umane, la presenza di un HR manager all’interno di un’impresa. La sua attività si svolge secondo tre principali direttrici: il reclutamento, la formazione e la retribuzione&benefit.

  • Reclutamento: in questa fase, l’HR manager deve riuscire a individuare i candidati che abbiano le competenze necessarie a raggiungere gli obbiettivi aziendali e che possano apportare un valore aggiunto all’organizzazione nel tempo. Tale reclutamento deve avvenire equilibrando le esigenze delle singole unità di business con le attitudini dei potenziali o effettivi dipendenti;
  • Formazione: fase imprescindibile nella quale l’area HR forma i dipendenti non solo da un punto di vista strettamente tecnico ma anche da un punto di vista valoriale;
  • Retribuzione&benefit: è la fase che riguarda gli aspetti retributivi, negoziali e dei benefit del dipendente, ossia tutte quelle azioni svolte per assicurarsi la giusta retribuzione, il benessere e il rispetto dei diritti del dipendente.

La cultura aziendale: unico comune denominatore dell’azienda
Alla base di un'organizzazione aziendale che si rispetti ci deve essere un unico comune denominatore che guidi i suoi componenti nelle loro azioni: la cultura aziendale.

La Cultura Aziendale può essere definita come l’insieme di norme, valori condivisi, comportamenti e idee che accomunano tutti i membri dell’azienda e che li guidano sia nello svolgimento delle proprie mansioni che nel raggiungimento degli obiettivi. Nello specifico, si potrebbe definire come l’essenza di un’organizzazione che, promossa dal leader viene trasmessa implicitamente ed esplicitamente a tutti i dipendenti attraverso le loro relazioni e la loro interdipendenza.

Ma come si costruisce la Cultura Aziendale? La Corporate Culture si costruisce nel tempo attraverso molteplici elementi: il mercato in cui l’azienda opera e al suo sistema di norme e regolamentazione; la struttura organizzativa dell’azienda; i suoi obbiettivi e le sue strategie.

Per quanto la Corporate Culture possa sembrare un aspetto poco tangibile, i suoi effetti positivi sono evidenti e tangibili. Una buona cultura d’impresa produce uno spirito di coesione tra i membri dell’organizzazione che può costituire, in particolare nelle situazioni di crisi della stessa, il suo vantaggio competitivo. Essa inoltre, garantisce un alto livello di soddisfazione dei dipendenti, che si traduce in una maggiore produttività degli stessi.

In sintesi, in un’epoca dominata dall’innovazione, dal progresso tecnologico, dalla centralità dell’economia e della finanza, il fattore umano continua a essere la risorsa più preziosa.